Nato a Mantova, Leonardo Zunica si è diplomato presso il Conservatorio di Verona sotto la guida del M° Renzo Bonizzato conseguendo la lode e la menzione speciale. Ottiene nello stesso anno il premio “Accademia Filarmonica” di Verona. Nel 1994 entra presso l’Hochschule fur Musik di Vienna e segue le lezioni del M. Jurg von Vintschger. Nel 1999 e il 200 studia al Conservatorio di Mosca nella classe di Lev Naumov e Irina Chukowskaya. Al ritorno da Mosca segue i preziosi insegnamenti di Kostantin Bogino e di Virginio Pavarana, con cui ottiene poi la specializzazione solistica al Conservatorio di Verona con 110 e lode. Segue anche i consigli pianistici delle masterclass di Aldo Ciccolini e  Alfredo Speranza.
Apprezzato per le sue esecuzioni di opere di Schubert e Debussy ha ottenuto nel 2001 la menzione speciale della giuria per l’interpretazione della sonata D 894 di Schubert alla finale del Concorso Internazionale Pianistico “Bellini” di Caltanisetta. Appassionato di musica da camera e di tutto ciò che riguarda la musica e il rapporto con le arti e la cultura ha intrapreso una attività concertistica che lo ha visto esibirsi come solista e in formazioni da camera in diverse sale in Italia ed in Europa fra le quali Sala Maffeiana di Verona, Sala dei Cavalli di Palazzo Te, Sala di Manto di Palazzo Ducale e Teatro Bibiena a Mantova, Musikhochschule di Vienna, Rachmaninovsaal del Conservatorio “Tchaikovsky” a Mosca, Casa Museo Stanislavski e Casa Museo Chekov a Mosca, Teatro Romano a Fiesole e Auditorium “Cherubini” del Conservatorio di Firenze, Sala Bossi del Conservatorio di Bologna, Academy Concert Hall – Glasgow (Scozia), Teatro dal Verme di Milano.
E’ ospite presso rassegne come Amici della Musica di Verona (per tre edizioni) Festival Internazionale di Porec  (Croazia), Festival Galuppi di Venezia, Società Umanitaria di Milano e di Napoli, Società della Musica di Mantova, Società dei Concerti di Milano, il Kiev Summer Music Festival (due edizioni) VeronaContemporanea – Fondazione Arena (due edizioni) Spazio Novecento di Cremona (tre edizioni) Bellagio Festival, Mask Fest San Marino, Sibelius Museum Turku, Festival Cinque Giornate per la Musica Contemporanea di Milano, Steinway Society – Verona, Sulle Ali del Nocecento Brescia (quattro edizioni) Festival internazionale di Gubbio, Festival Suomitaly (Finlandia), Stagione concertistica delll’Accademia Incontri con il Maestro di Imola (due edizioni) e moltissime altre. 
Ha collaborato con artisti e formazioni di fama internazionale come Theodora Gheorghiu, il Quartetto di Fiesole, il Quartetto Sinopoli, il Quartetto Amati, Quartetto dell'Arena di Verona, Volodimir Syrenko e l’Orchestra Nazionale Ucraina, Jukka Isaakkila e l’Ensemble dell’Arena di Verona, Icarus Ensemble, Dedalo Ensemble, Mauro Negri, Gabriele Mirabassi, David Cohen, Federico Mondelci, I Virtuosi Italiani, Corrado Rojac, Paolo Ghidoni, Iaia Forte; ha collaborato con musicologi di caratura internazionale come Quirino Principe, Sandro Cappelletto. Dal 2004 inizia il sodalizio con il violinista ucraino Oles Semchuk - riconosciuto erede della tradizione violinistica ucraina - con il quale ha affrontato le pagine più importanti del repertorio per violino e pianoforte e con il quale intraprende nel 2008 con grande successo una tournée presso i teatri e le sale più importanti ucraine. 
Dal 2012, con la pianista finlandese Maria Ala-Hannula esplora il repertorio per pianoforte a quattro mani e due pianoforti ed ha già al suo attivo l’integrale delle opere di Debussy per pianoforte a quattro mani nonché l’integrale delle trascrizioni per due pianoforti dei celebri tango di Astor Piazzolla.
Gli ultimi importanti impegni concertistici lo hanno visto esibirsi come solista presso il prestigioso Festival Aperto di Reggio Emilia con un omaggio a Pierre Boulez; ha eseguito la Raphsody in Blue di Gershwin con I Virtuosi Italiani e con Oles Semchuk si è esibito all’International Music Festival di Lugano (Svizzera) e all'Accademia Internazionale Pianistica di Imola Incontri col Maestro. Dal 2014 fa parte del Trio di Mantova con Paolo Ghidoni e Piero Bosna. Il suo repertorio spazia da Bach alle opere di compositori dell’oggi. Si dedica con grande passione all’insegnamento del pianoforte con il progetto Accademia pianistica di Mantova e Curtatone con sede nei pressi di Mantova. I suoi allievi sono vincitori di premi nazionali ed internazionali. Insegna pianoforte presso il Liceo Musicale di Mantova. E' direttore artistico della rassegna Eterotopie Piano & Sound Festival

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now